utente:
password:
Non sei ancora registrato?
Registrati qui
Hai perso nome utente o password?
Cliccca qui
> TUTTI I PROGRAMMI (QUADRO SINTETICO)
Attivita Destinazione Area
> NAMASTE!
Outdoor,Sport,Avventura

A chi ci rivolgiamo ?
Quando un cliente si affida a noi…
Turismo Responsabile e Sicurezza
Travel Engineering
Per saperne di più…
Cosa significa Namaste?


> FOCUS guarda tutti i focus >>
25/04/2018
NUOVE REGOLE 2018 PER LE MONTAGNE DEL NEPAL
NUOVE REGOLE 2018 PER LE MONTAGNE DEL NEPAL

Nel dicembre 2017 il Ministero del Turismo nepalese proponeva nuove norme relative alle scalate alle montagne del suo territorio; in particolare:
a) sono istituiti e resi obbligatori i certificati di vetta per gli sherpa;
b) i premi assicurativI per sherpa e portatori (già obbligatori) sono aumentati (15,000 US$ in caso di morte);
c) non vengono più concessi permessi di salita all’Everest per gli alpinisti solitari;
d) non vengono più concessi permessi di salita all’Everest per gli alpinisti non vedenti e/o con doppie amputazioni a mani o braccia.
Altre regole inizialmente proposte, per esempio in relazione al curriculum alpinistico minimo, erano state lasciate cadere già in fase di studio.

Per quanto riguarda i punti a) e b), si tratta di un dovuto riconoscimento al lavoro degli sherpa e dei portatori.
I punti c) e d) invece, lasciano perplessi. Infatti, se lo scopo è ridurre gli incidenti (e quindi le richieste di soccorsi), non è dimostrato che gli alpinisti solitari e i non vendenti o con doppie amputazioni siano soggetti a maggiori infortuni. Inoltre, se si crede che queste misure siano valide, perché non applicarle a tutte le vette del Nepal (almeno oltre una certa quota), anziché al solo Everest ?

Come sempre, le cose sono ben più complesse. Volendo semplificare, spesso si ottiene soltanto di introdurre maggiore burocrazia senza vantaggi concreti, se non (forse) nel business...

Per ottenere risultati validi sotto l’aspetto della riduzione della frequenza e della gravità degli incidenti, la Sicurezza in montagna va ripensata totalmente, abbandonando i vecchi schemi delle regole e dei divieti, e promuovendo invece la cultura della moderna Gestione del Rischio.

Con questa,il focus è sulla consapevolezza delle organizzazioni e dei singoli alpinisti nella gestione dei rischi in montagna, con metodi e pratiche in parte derivate dalla disciplina del Risk Management.
Tramite una adeguata formazione, una organizzazione o anche il singolo alpinista possono raggiungere prestazioni di alto livello pur nel controllo dei rischi, adottando procedure proprie sotto la propria responsabilità, anziché dover subire regole e divieti imposti dalle autorità.

Si consulti, in proposito LIBERTA’ DI RISCHIARE (Edizioni Versante Sud), il primo e per ora unico testo didattico sulla Gestione del Rischio negli sport d’avventura in outdoor, e gli articoli periodicamente pubblicati alla pagina Outdoor Risk Management.

Tornando alle quattro proposte del Ministero del Turismo nepalese, esse sono ancora al vaglio del Consiglio dei Ministri ma, nel frattempo, la d) è stata dichiarata inapplicabile dalla Corte Suprema.
> NEWS guarda tutte le news >>
Mera Peak e Island Peak, balconi sull'Everest
Mera Peak e Island Peak,  balconi sull'Everest

Il Mera Peak 6476 m è una montagna molto frequentata, perchè relativamente facile... continua
Freeride e scialpinismo in GIAPPONE 2019
Freeride e scialpinismo in GIAPPONE 2019

Hokkaido e Honshu, la mecca mondiale per gli amanti della powder.... continua
Scialpinismo, trekking, alpinismo nel Caucaso meridionale (GEORGIA)
Scialpinismo, trekking, alpinismo nel Caucaso meridionale (GEORGIA)

Il Caucaso meridionale, in GEORGIA, offre magnifiche montagne e ghiacciai di tipo alpino... continua
Scialpinismo nei PIRENEI
Scialpinismo nei PIRENEI

La catena dei Pirenei ha un fascino particolare... continua
SCIARE NEI FIORDI DELLA NORVEGIA
SCIARE NEI FIORDI DELLA NORVEGIA

I fiordi della Norvegia costituiscono un ambiente di eccezionale interesse scialpinistico... continua
Scialpinismo in ISLANDA
Scialpinismo in ISLANDA

In Islanda ci sono infinite possibilità per lo sciatore alpinista d'avventura... continua
Haute Route dello JOTUNHEIM (Norvegia)
Haute Route dello JOTUNHEIM (Norvegia)

Un grande raid nel grande nord ... continua
Sciare a Gulmarg nella polvere dell' HIMALAYA
Sciare a Gulmarg nella polvere dell' HIMALAYA

A Gulmarg, nel cuore del Kashmir indiano a pochi chilometri da Srinagar, si scia fino a 4000 m su belle pendenze.... continua
Aconcagua 6965 m, tetto delle Americhe
Aconcagua 6965 m, tetto delle Americhe

Nell'ambito del progetto 7 Summits, l'Aconcagua rappresenta una tappa essenziale poichè permette di sperimentare l'alta quota senza difficoltà tecniche particolari... continua
Alpinismo e scialpinismo a quota 8000 m
Alpinismo e scialpinismo a quota 8000 m

Per l'obiettivo ambizioso di un 8000, occorrono idee chiare e molta preparazione... continua