utente:
password:
Non sei ancora registrato?
Registrati qui
Hai perso nome utente o password?
Cliccca qui
> TUTTI I PROGRAMMI (QUADRO SINTETICO)
Attivita Destinazione Area
> SCHEDA PROPOSTA

Codice: EX11012

Scialpinismo nella PENISOLA ANTARTICA

La penisola Antartica si raggiunge in 2-4 giorni di navigazione dall’estremità meridionale della Terra del Fuoco. Offre un ambiente polare straordinario, fatto di ghiacciai, fiordi, isole innevate, iceberg, e molta fauna marina: balene, foche, orche, delfini, leoni marini, pinguini, albatros, procellarie, skua.
Un paradiso per il naturalista e, nel nostro caso, vista la vastità di montagne innevate, per lo sciatore alpinista.
Il mezzo con cui muoversi è naturalmente la barca, con la quale si raggiungono le isole e le coste per poi partire con sci e pelli.
La durata, l’impegno, e la difficoltà del viaggio possono variare secondo il programma scelto che sarà naturalmente personalizzato in funzione delle esigenze del team.

Impegno
Fisico3
Tecnico3
Avventura  3
Alloggio: hotel, barca
Trasporti: barca a vela -motore
Durata: da 21 gg
Prezzo:
consultare Avalco Travel
Periodo:
novembre - febbraio

Minimo Partecipanti:
6


dettagli
su questo
programma
Un viaggio nella penisola Antartica deve tener conto, mediamente, di 8 giorni per la traversata del Passaggio di Drake (in andata e ritorno), consigliabile solo a chi non ha problemi con il mare “cattivo”. Pertanto, nell’ipotesi di voler trascorrere almeno 9 giorni netti di attività (considerando anche i possibili giorni di maltempo), la durata minima del viaggio è di 17 giorni netti da Puerto Williams (Cile) oppure Ushuaia (Argentina) e ritorno.
E’ quello che proponiamo nel programma base, che prevede di visitare diverse isole interessanti per lo scialpinismo, spingendosi fino ai 65° di latitudine sud. Esso è da intendersi come indicativo, in quanto gli obiettivi scelti potranno variare secondo le motivazioni dei partecipanti, più o meno interessati a raggiungere vette vergini, oppure più attratti dalla bellezza delle linee di discesa, o dal paesaggio.
Qui esistono montagne innevate a perdita d’occhio, per lo più inesplorate, e quindi la scelta è pressoché inesauribile.

*** PROGRAMMI SU RICHIESTA ***
a) Estensione di 5-10 gg per visitare altre isole e tratti di costa più a sud: Grandinier Channel e Biscoe Archipelago, fino al circolo polare.
b) Spedizione di circa 20 giorni al Mount Francais 2760 m, la maggiore vetta della Anvers Island.
c) Spedizione di circa 20 giorni alla Brabant Island con ascensioni al Mount Parry 2520 m (massima elevazione dell’ Isola, probabilmente in prima assoluta sciistica) ed al Mount Hunter 1410 m;
d) Spedizione di circa 30 giorni alla Adelaide Island con possibili realizzazioni in prima sciistica di diverse vette vergini oltre 2000 m.
e) Spedizione di circa 30 giorni alla costa di Graham meridionale, con approdo a Darbei Bay e Flandres Bay: ascensioni alle vette dell’ Avery Plateau e del Bruce Plateau, quali i Zilva Peak 2100 m ed il Slessor Peak 2330 m. (Si tratta di spedizioni polari impegnative che comportano una logistica complessa.)
*** PER VIA AEREA ***
Alcune destinazioni, in cui si prevedono solo spostamenti a terra, possono essere raggiunte per via aerea, utilizzando un mezzo privato da Punta Arenas, o Puerto Williams, o Ushuaia. Tuttavia, i possibili atterraggi sono spesso aleatori ed il pilota addebita le spese di stand-by in caso di maltempo.
*** ALTRI PROGRAMMI IN ANTARTIDE ***
Vedere il programma per la spedizione al Vinson Massif, la massima elevazione dell’ Antartide, situato nelle Ellsworth Mountains, e parte delle 7 Summits.
Inoltre su richiesta possiamo fornire consulenza su progetti speciali e logistica per qualsiasi spedizione in Antartide.
Dettagli Prezzo
Il prezzo include: alloggio in hotel o hostel a Puerto Williams o Ushuaia in camera doppia con prima colazione, transfer da/a hotel o aerporto a/da barca, charter della barca con skipper e pensione completa per tutte le giornate di mare come da programma, trasferimenti a/da terra con gommone a motore.
Opzioni a richiesta: voli, camera singola in hotel (se disponibile), assicurazioni, assistenza di tour leader italiano o di guida alpina; estensioni e varianti all’itinerario; estensioni turistiche.
Il prezzo esclude: voli a/da destinazione, pasti a terra e durante le gite scialpinistiche, bevande ed extra, eventuali tasse aeroportuali e doganali, eventuale fuel surcharge, eccedenza bagaglio, ingressi a parchi, riserve, porti privati e basi antartiche, assicurazioni, mance; attrezzatura scialpinistica personale; e quanto altro non menzionato come incluso.

Passaporto e Visto
Per Cile e/o Argentina: passaporto con validità di almeno 3 mesi. Visto sul posto.

Assicurazioni
Obbligatoria la polizza per spese di soccorso ed assistenza sanitaria.

Tutele Sanitarie
Nessuna in particolare.
Partenze programmate
Contattare Avalco Travel per informazioni. ATTENZIONE: a causa della limitata disponibilità dei mezzi di trasporto via mare o aerea, qualsiasi programma nella regione va definito con un adeguato anticipo (almeno 6-12 mesi)

Punto di ritrovo
Da definire prima della partenza.

Come Raggiungere la Destinazione
Voli internazionali a Santiago o Buenos Aires, poi volo interno per Puerto Williams o Ushuaia.

Cartografia
> Antarctic continent exploration map, 1:6,800,000 – ed. Zagier & Urruty (carta generale dell’Antartide);
> Antarctic Satellite Images, 1:5,000,000 – ed. US Geologicall Survey;
> Antarctic Peninsula, ecomapa 1:1,500,000 - ed. Zagier & Urruty;
> Patagonia Sur / Tierra del Fuego, 1:1,000,000 - ed. Zagier & Urruty.

Letture Raccomandate
> Antarctica - ed. Lonely Planet;
> B.Magrin: Antartide, terra di Frontiera – ed.Nuovi Senrtieri, 2010;
> Y. Shirakawa: Antartide, continente di ghiaccio – ed. Fenice, 2000.
; > Sito web: Antarctic Peninsula.




PENISOLA ANTARTICA scialpinismo.jpg
Programma Day By Day

giorno 1
Arrivo con volo internazionale a Santiago o Buenos Aires. Proseguimento con voli interno a Puerto Williams o Ushuaia (rispettivamente)
giorno 2
Salita a bordo della barca. Preparazione e controllo dei materiali.
giorno 3
Navigazione nel Canale Beagle. Se le previsioni meteo sono favorevoli, si punta subito a sud per affrontare il Drake Passage verso la penisola Antartica; altrimenti si resta in attesa presso qualche punto riparato tra le molte isole intorno a Capo Horn.
giorni 4-5-6
Attraversamento del Drake Passage, se le condizioni del mare lo permettono. Durante la traversata si possono avvistare diversi tipi di balene. Al 6° giorno prevediamo di ormeggiare presso la Deception Island, un’isola di origine vulcanica, in cui si trova un eccellente riparo all’interno dell’ ex cratere. Possibilità di effettuare una breve visita sulla costa: l’antica stazione baleniera, la base antartica argentina-spagnola, la colonia di pinguini Chinstrap.
giorno 7
Ci ormeggiamo sulle coste della Brabant Island, da cui si possono salire e scendere in sci diversi ghiacciai e vette, per esempio il Malpighi ed il McKenzie Glacier dalla Kayak Bay.
giorno 8
Navigazione verso sud, attraverso il De Gerlache Strait. Raggiungiamo la Ronge Island, che offre itinerari splendidi per lo sci, tra cui il Mount Britannia 1158 m. A Georges Pont si può avvistare una notevole colonia di pinguini gentoo e adelie.
giorno 9
Breve navigazione fino a Paradise Bay, sulla costa della Tierra San Martin. Altra zona di superbe montagne e ghiacciai. Nei pressi è situata la base argentina Almirante Brown, dove è presente una grossa colonia di pinguini.
giorno 10
Attraversando verso ovest passiamo il Neumayer Channel tra le due isole Anvers e Wiencke. Si è circondati da vette e ghiacciai a perdita d’occhio.
Nella Sierra Dufief sulla Wiencke Island, nel sud-ovest dell’isola sotto Port Lockroy, ci sono molte vette interessanti, sicuramente in gran parte vergini.
Il Luigi Peak 1435 m, massima elevazione dell’isola, potrebbe essere un obiettivo su due giorni (bivacco intermedio necessario).
giorni 11-12-13
Esplorazione sulle montagne dalla costa sud-est di Anvers Island. Ci sono decine di vette tra i 1000 e 2000 m, molte delle quali sciabili. Questa è forse l’isola che offre le maggiori possibilità sciistiche ed i dislivelli maggiori.
giorno 14
Ci dirigiamo verso sud per attraversare il Lemaire Channel, uno dei posti più stupefacenti dell’intera penisola Antartica. E’ un canale stretto (meno di 2 km) e lungo 11 km, tra iceberg, fiordi, e montagne a picco sui due lati.
Puntiamo poi verso la Peterman Island e, sulla costa della Graham Land, andiamo a realizzare il Mount Scott 880 m, percorrendo quello che probabilmente è il solo fianco sciabile, dalla Girard Bay. Possibilità di pernottare presso la base Peterman.
giorno 15
Navighiamo ancora a sud per raggiungere isole Argentine, ad oltre 65° S. Presso l’isola Galindez è situata la base ucraina Vernadsky (ex base Faraday –UK). Un possibile obiettivo sciistico sulla costa di fronte all’isola, oltre il Penola Strait, è il Mount Mill 735 m, con belle linee di discesa direttamente a mare presso la Weddington Bay, oppure altre vette “a vista” secondo le motivazioni del team.
giorno 16
E’ il momento di volgere verso nord per il ritorno. Passiamo ad ovest delle isole Peterman, Hovgaard, Plenau, Booth, quindi ad est di Wiencke, attraverso il De Garlache strait, raggiungiamo la Melchior Island, un posto sicuro prima della traversata.
giorni 17-18-19-20
Traversata del Drake Passage per arrivare entro il 20° giorno a Puerto Williams o Ushuaia (includendo i giorni di riserva per maltempo).
In caso di rientro anticipato effettueremo gite sci alpinistiche intorno al Beagle Channel: Dientes de Navarino sul lato sud o Sierra Lopez sul lato nord. Disponendo di più giorni si potrà anche raggiungere la Cordillera Darwin.
giorno 21
Volo interno per Santiago o Buenos Aires. Volo internazionale di ritorno.

NOTA. Il programma ha carattere esplorativo e potrebbe subire variazioni in relazione alle condizioni del mare, del tempo a terra e dell’innevamento, oltre che alle esigenze dei partecipanti.
Molti obiettivi sono solo indicativi. Il team potrebbe orientarsi su montagne diverse, dopo la valutazione sul posto di altre opportunità di interesse.

ATTENZIONE. L’attraversamento del Drake Passage in barca può essere notevolmente movimentato, in relazione allo stato del mare. Pertanto il programma proposto è suggerito solo a chi non soffre il mare e/o ha già fatto pratica di traversate in mare impegnative.

LA BARCA.
L’imbarcazione consigliata è uno yacht a vela-motore di almeno 14 – 20 metri (per 6-10 persone più skipper ed eventuale secondo), moderno, adatto alle traversate oceaniche, sicuro anche in condizioni estreme, ben mantenuto, attrezzato di tutti i mezzi per la sicurezza (incl. sistema di comunicazione Inmarsat) e dotato di chiglia rinforzata per il ghiaccio.
La barca dispone di un gommone a motore per gli sbarchi a terra di persone e materiali.
Scegliamo la barca in relazione a questi parametri ed all’esperienza dello skipper specificamente nella navigazione antartica.
Le imbarcazioni con questi parametri, disponibili nell’area e nel periodo desiderato, non sono molte; quindi vanno prenotate con largo anticipo, anche di 6-12 mesi o più.