utente:
password:
Non sei ancora registrato?
Registrati qui
Hai perso nome utente o password?
Cliccca qui
> TUTTI I PROGRAMMI (QUADRO SINTETICO)
Attivita Destinazione Area
> SCHEDA PROPOSTA

Codice: SP12059

MANASLU 8163 m,

Il Manaslu è un ottomila veramente completo perché offre tutte le diverse caratteristiche: lungo avvicinamento in trekking percorrendo splendide vallate, imponente ghiacciaio sulla via salita, breve cresta rocciosa finale per la vetta. La sua posizione dominante nella regione del Kutang ne va un punto panoramico d’eccezione sulle vicine vette dell’ Himalchuli, dell’ Annapurna e del Dhaulagiri, del Mustang ad ovest e del Ganesh Himal e Langtang ad est.
La via normale è sul versante nord; quando in ottime condizioni, si presta ad una discesa in sci o snowboard di alto livello tecnico, facendo attenzione ai molti crepacci e seracchi.


Impegno
Fisico4
Tecnico3
Avventura  3
Alloggio: hotel. lodge, tende
Trasporti: minibus, jeep, opz. elicottero
Durata: 41 - 44 giorni
Prezzo:
consultare Avalco Travel
Periodo:
marzo-aprile o settembre-ottobre

Minimo Partecipanti:
7


dettagli
su questo
programma
La via normale giapponese del 1956 prevede 3 o 4 campi ed è una progressione su ghiacciaio con alcuni passaggi ripidi dove sono installate corde fisse. Le condizioni dei crepacci e l’eventuale rischio di valange devono essere attentamente valutati.
Come avvicinamento, proponiamo lo splendido trek lungo la valle del Buri Gandak, da Arughat a Samagaon.
Per il ritorno, volendo descrivere un circuito ad anello, si può affrontare la salita del passo Larke La 5135 m e quindi la bella discesa verso la valle del Marsyangdi, fino a Besi Sahar, innestandosi sul circuito classico dell’ Annapurna.
Il programma prevede l'assistenza completa (tende, pasti, trasporto dei materiali) fino al Campo Base. Per chi lo desidera sarà possibile avere il supporto dei portatori per i campi alti e/o l'assistenza di sherpa locale fino alla vetta e ritorno.
Su richiesta forniamo tutta la logistica per realizzare l’ascensione su altre vie, per esempio la bellissima cresta di nord-est (via polacca dell’84) oppure la via Messner 72 sulla parete sud-ovest; o tentare vie nuove sul versante est oppure l’impegnativa traversata dal Peak 29 (Ngadi Chuli 7870 m e Thulagi 7056 m).
***** POSSIBILE VARIANTI o ESTENSIONI su richiesta *****
--> Ritorno in elicottero da Samagoan a Kathmandu;
--> Circuito di trekking in senso inverso: andata dalla valle di Marsynagdi e ritorno per la valle di Buri Gandaki;
--> Altre vette della regione: Himalchuli 7893 m, Bhauda Peak 6672 m, Chamar 7187 m nel vicino Sringi Himal, vette del gruppo del Ganesh Himal (4 oltre i 7000 m);
--> Programma di solo trekking al Campo Base.
Dettagli Prezzo
Il prezzo include: permesso di salita, hotel con notte e prima colazione a Kathmandu, trasferimenti da/a Kathmandu a/da punti di partenza/arrivo del trekking, trasporto dei materiali con yak e portatori a/da Campo Base, pasti forniti durante i trekking a/da Campo Base, servizi al campo base (3 pasti al giorno, tende doppie e materassini, tenda mensa, tenda deposito, cucina, toilette), ufficiale di collegamento (obbligatorio).
Sono esclusi: cibo e servizi sopra il campo base avanzato, pasti non menzionati, attrezzature alpinistiche, mance, eventuali tasse locali, bevande ed extra, spese per bagaglio extra, cauzione per rifiuti e tassa ecologica (se trattenuta), e quant'altro non menzionato come incluso.
Servizi opzionali: voli a/da Kathmandu, variante elicottero al ritorno da Samagaon a Kathmandu; visita turistica guidata e/o estensioni a Kathmandu; hotel in camera singola, trasporto di materiali con portatori ai campi alti, servizi ai campi alti (tende, cibo, gas, attrezzatura per cucinare); noleggio di telefono satellitare e radio R/T; pannello solare; uso di internet al campo base; servizio di previsioni meteo; assistenza di sherpa o guida alpina fino alla vetta e ritorno; attrezzatura delle via con corde fisse; fornitura di ossigeno (bombole e maschere); assicurazioni; altre vie sulla montagna o varianti.

Passaporto e Visto
Passaporto con validità minima di 6 mesi; visto all'ingresso nel paese.

Assicurazioni
Obbligatorie: assicurazione per: assistenza medica e soccorsi. Opzionali: danni alla persona, RC terzi, annullamento viaggio o variazioni, perdita o danni al bagaglio, rinuncia.

Tutele Sanitarie
Nessuna in particolare. Informarsi dal proprio medico o ASL di eventuali rischi prima della partenza.
Partenze programmate
Fine marzo (pre-monsonico) o fine agosto (post-monsonico) E' consigliabile prenotarsi con largo anticipo (4-6 mesi).

Punto di ritrovo
da definire prima della partenza

Come Raggiungere la Destinazione
Voli a Kathmandu.

Cartografia
> Himalaya 1:1,500,000 - ed. Nelles Map;
> Nepal 1:800,000 - ed. ITMB;
> Manaslu 1:80,ooo – ed. Nepa Maps.

Letture Raccomandate
> Trekking in the Nepal Himalaya - ed. Lonely Planet;
> Tibet - Bradt Travel Guides;







N.B. Trattasi di spedizione molto impegnativa ad alta quota. Avalco Travel si riserva di valutare la preparazione tecnica e fisica dei partecipanti e/o di raccomandare i servizi di una guida alpina.




MANASLU SCI ALPINISMO TREKKING.jpg
Programma Day By Day

1° giorno
Arrivo a Kathmandu. Accoglienza all'aeroporto e trasferimento in hotel. Incontro con il coordinatore locale. Briefing. Cena e pernottamento.
2° giorno
Controllo dei documenti e dei materiali. Preparazione dei bagagli. Visita libera alla città.
3° giorno
Trasferimento in minibus (ca 5 ore) lungo la Prithvi Highway fino ad Arughat 600 m circa. Cena e pernottamento in lodge o campo tendato.
4° - 9° giorno
Trekking nella valle del Buri Gandaki, tra villaggi di etnia gurung, ponti sospesi, gompa tibetani, e campi coltivati della bassa valle, poi pinete e boschi di orchidee, ginepro e rododendri nella parte alta, fino al villaggio di Samagaon 3390 m. La lenta ma continua progressione, al ritmo della marcia di portatori e yak, è ideale per un acclimatamento ottimale. Progressivamente si svelano le alte montagne del Ganesh, del Sringi Himal verso il Tibet e del Kutang.
Tappe intermedie a Soti Khola 730 m, Macha Khola 930 m, Jagat 1500 m, Dyang 1860 m, Namrung 2540 m.
10° giorno
Giornata di riposo a Samagaon, villaggio d’alta quota tipicamente tibetano. Escursione facoltativa alla vicina Pung-gyen gompa.
11° giorno
Salita al campo base del Manaslu, a quota 4850 m.
12° - 36° giorno
Periodo dedicato alla salita e discesa della montagna. Per la via normale vengono normalmente stabiliti 3 o 4 campi alti: C1 a 5600 m, C2 a 6300 - 6500 m, eventuale C2,5 a 6800 m, C3 a 7400 m. Il periodo include il periodo normale di acclimatamento, i giorni di trasferimento dei materiali ed allestimento dei campi alti, ed i giorni di riserva per maltempo.
37° giorno
Discesa dal campo base a Samagaon. Preparazioni per il trekking di ritorno, oppure per rientro in elicottero (opzionale) a Kathmandu.
38° - 41° giorno
Trekking di ritorno, con il passaggio nella valle del Dudh Khola per il valico del Larke La 5135 m.
Tappe intermedie a Dharamsala 4490 m, il più alto avamposto buddista della regione, sotto il passo; quindi per foreste di pini e rododendri ai pascoli di Bimdakhati 3590m; Tilje 2350 m dove si ritrovano le coltivazioni di riso; a Dhorepani ci si innesta sul circuito dell’ Annapurna proveniente da Manang, e si arriva a Jagat 1300 m.
42° giorno
Da Jagat trasferimento stradale in jeep fino a Besi Sahar e da qui in minibus a Kathmandu (totale 6-7 ore). Cena e pernottamento in hotel.
43° giorno
Giornata libera a Kathmandu.
44° giorno
Trasferimento all'aeroporto. Voli di ritorno.

ALTERNATIVA PER RIENTRO IN ELICOTTERO (OPZ.):
38° giorno
Voli in elicottero a Kathmandu (se le condizioni meteo lo permettono), in circa 1 ora.
39°-40° giorno
Giornate di riserva per il volo in elicottero e/o giornate libere a Kathmandu.
41° giorno
Trasferimento all'aeroporto. Voli di ritorno.


ATTENZIONE
Il programma day-by-day indicato potrebbe subire variazioni in funzione delle disposizioni delle autorità locali, dello stato delle strade, delle condizioni della montagna.